Eleonora Duse e Arrigo Boito
01/02/2018

L’esposizione, allestita nell’ambito delle celebrazioni legate al centenario di Arrigo Boito (1842-1918), intende ricostruire il sodalizio artistico e personale che vide coinvolti Eleonora Duse e il celebre librettista, poeta e compositore veneto, uomo di grande cultura che fu a lungo un punto di riferimento per Eleonora e per il suo teatro. L’Istituto per il Teatro e il Melodramma apre al pubblico i documenti boitiani acquisiti in seguito alle donazioni Carandini Albertini, Sister Mary Mark e Nardi: tra questi materiali spiccano autografi e abbozzi del Nerone, fotografie originali, il prezioso corpus di lettere che i due si scambiarono tra il 1884 e il 1890, i copioni dei testi shakespeariani Antonio e Cleopatra, Giulietta e Romeo e Macbeth, di cui Arrigo curò la traduzione e l’adattamento sulla base delle peculiarità artistiche e recitative di Eleonora, e il ritratto dell’attrice, opera del pittore tedesco Franz von Lembach. Boito lo tenne sempre vicino al proprio letto e alla sua morte, fu restituito per suo preciso volere alla Duse. La “Stanza di Eleonora Duse”, aperta e visitabile dal 2011, è nata con l’intento di rendere accessibile a un pubblico interessato il prezioso patrimonio custodito nell’Archivio Duse. I materiali originali afferenti all’archivio vengono esposti a rotazione, in una serie di mostre temporanee volte ad approfondire uno o più aspetti della vita e dell’arte dell’attrice.

www.cini.it

News
regata storica3
16/08/2018 Regata Storica
ca pesaro3
01/07/2018 Epoca Fiorucci
Fondazione Prada
28/06/2018 Machines à penser